Happy Time

FARE SPORT NON SOLO PER L’ESTETICA

19 Apr , 2021  

Fare esercizio fisico non è solo una questione di estetica! Insieme ad una dieta bilanciata rappresenta uno dei pilastri più importanti di uno stile di vita sano.

Lo sport aiuta a controllare lo stress, conferisce uno stato di benessere generale, ed è inoltre fondamentale per poter raggiungere e mantenere un peso corporeo giusto e per ridurre il rischio di malattie croniche.

Sono diversi i benefici regalati dall’esercizio fisico al nostro corpo, come, per esempio, una maggiore resistenza muscolare; una migliore regolazione della pressione; una maggior concentrazione ed un miglioramento nel ricircolo del sangue.

Dopo una lunga giornata di lavoro o di studio, infatti,  fare una passeggiata o una corsa al parco è consigliatissimo; perché in questo modo , il nostro cervello rilascia l’endorfina, un particolare ormone che agisce in modo simile ad un antidepressivo, e ci fa sentire più sereni e rilassati.

Andare in palestra libera la mente da pensieri e problemi e fa aumentare la fiducia in se stessi e, dopo un lungo e impegnativo allenamento, oltre ad essere stanchi,  ci si sente soddisfatti e di buon umore

Praticare regolarmente sport produce degli enormi benefici a livello fisico: l’attività fisica scolpisce e tonifica il fisico, eliminando i grassi in eccesso; inoltre, gli effetti benefici agiscono sul metabolismo fino alle 24 ore che seguono la fine degli esercizi.

Un’ altra cosa positiva  del fare attività fisica è la prevenzione delle malattie cardiovascolari. Quando ci si allena aumenta infatti il colesterolo HDL, anche chiamato “colesterolo buono”, che aiuta ad eliminare il “colesterolo cattivo”, LDL, che invece  tende ad accumularsi sulle pareti dei vasi sanguigni diminuendone lo spessore e provocando l’aumento della pressione del sangue.

L’attività fisica provoca anche la diminuzione dei trigliceridi. Ciò fa si che il nostro sangue scorra in modo fluido, senza ostacoli, quindi diminuisce il rischio di malattie cardiovascolari e può aiutarci a prevenire o a contenere molti problemi di salute come gli infarti, sindromi metaboliche, diabete di tipo 2, depressione, certi tipi di cancro e artriti.

Nel 2015, sono stimate in oltre 20 milioni le persone di tre anni e più che dichiarano di praticare uno o più sport con continuità (24,4%) o saltuariamente (9,8%). L’incidenza dei praticanti sulla popolazione di 3 anni e più è pari al 34,3%.

Tra gli uomini il 29,5% pratica sport con continuità e l’11,7% saltuariamente. Per le donne le percentuali sono più basse, rispettivamente 19,6% e 8,1%. La pratica sportiva continuativa cresce nel tempo per entrambi i generi e in tutte le età: dal 15,9% del 1995 al 22,4% nel 2010 fino al 24,5% nel 2015.

Purtroppo, però, lo stato di pandemia che ha portato alla chiusura forzata di palestre, piscine, centri di danza ha modificato, drasticamente, le abitudini di tutti noi; l’assenza di una regolare routine sportiva mette a dura prova la salute fisica e mentale. Lo stile di vita sedentario provoca l’insorgenza di disturbi e patologie, ma anche condizioni peggiorative di stress e di ansia, legate allo stato di emergenza che stiamo vivendo. Si avrebbe, sicuramente, un miglioramento se potessimo praticare una seduta di spinning, di pilates o qualsiasi altra attività che, prima, praticavamo con piacere.

Mi auguro, perciò, che si possa trovare una soluzione a tutto questo, che possiamo sentire vicina la speranza di riappropriarci della nostra vita prima del covid, che, a noi tutti, manca tantissimo.

 

di Nicolò Sansoni

, , , , , ,

By



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *