Oltre Confine

Professione Influencer

5 Mag , 2021  

In questo arco di tempo molto pesante per noi adolescenti i social sono diventati il nostro passatempo preferito. I più diffusi tra noi ragazzi sono :

  • Tik Tok –> social più utilizzato per caricare video di massimo un minuto dove si fa lip sync, ballo e video comici.
  • Instagram –> utilizzato per socializzare con altre persone facendo storie parlate o scrivendo nei dm (chat). Inoltre ci si possono pubblicare foto o video.
  • Youtube –> utilizzato per ascoltare canzoni e vedere ogni genere di video
  • Twitch –> nuovo social dove si possono fare live e si possono fare delle donazioni al creatore della live.
  • Telegram –> social per chattare e guardare film/serie tv e ascoltare la musica

Queste piattaforme hanno fatto nascere una nuova professione che permette di guadagnare  grazie ai follower e ai like che si ricevono  ogni giorno:l’ “influencer” .

Sembrerebbero persone normali che grazie a un video ben fatto o a una bella foto, nel giro di poche ore si ritrovano con più di mille visualizzazioni. Più visualizzazioni hanno, più la oro popolarità cresce e più riescono a guadagnare.

In realtà fare l’Influencer non è così semplice! Dietro a una foto o un video c’è molto lavoro. Ogni  Influencer deve saper utilizzare più media, conoscere i linguaggi dei social, saper scrivere in maniera interessante;  prima di pubblicare un contenuto si deve scegliere  ci si deve  informare  sull’argomento,  pianificare quando e come pubblicare… è un vero stress!

Non tutti insomma possono diventare influencer.  L’influencer è un opinion leader dotato di carisma, autorevolezza, competenza, capacità di coinvolgimento e persuasione tanto che sono stati creati dei corsi appositi per diventarlo .

Il primo è  stato istituito  in Spagna a Madrid nel 2018 in collaborazione con l’ Ibiza fashion week., ma oggi ne esistono  diversi in tutto il mondo e anche in Italia li troviamo inseriti all’interno della laurea in Scienze della comunicazione.

Il percorso di studi dura tre anni: il primo anno affronta temi trasversali come estetica della comunicazione, informatica, linguaggio dei mezzi audiovisivi, il secondo anno scende nel dettaglio di alcune discipline come la psicologia e la sociologia della moda e il terzo anno prevede la partecipazione a laboratori tematici e  tirocini formativi e di orientamento.

Se volete saperne di più potete visitare i  seguenti siti:

 

 

di Elisa Sansone e Davide Brocanelli

 

, , ,

By



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *