lettere dalla quarantena

Cara Scuola

10 Mag , 2020  

Due lettere dedicate alla scuola….una di Sara di Pippo, l’altra anonima…

Cara scuola,

è da circa un mese che non ti vedo, sono accadute parecchie cose in questo 2020, nonostante siamo ancora ai suoi inizi.

Per iniziare a gennaio l’USA decide di bombardare l’Iran e, quest’ultimo, non tarda a far arrivare la sua risposta attaccando alcune basi americane.

Poco tempo dopo arrivò la notizia che l’Australia prende fuoco e i vigili del fuoco sono riusciti a controllare la situazione solo dopo 240 giorni di duro lavoro. 

Nella tragedia sono morte circa 28 morti, un miliardo di animali e parecchie case rimaste distrutte.

C’è stato anche il terremoto nella città di Elazig, Turchia, registrato con una magnitudo di 6.7.

Continuando poi con ciò che è la nostra attuale più grande preoccupazione: il corona virus, anche detto covid19.

Il corona virus si è manifestato per la prima volta a Wuhan,Cina, la prima città ad essere stata messa il quarantena in quanto epicentro dell’epidemia, ma ora il problema riguarda tutto il mondo e non solo la Cina.

Al momento l’Italia è uno dei paesi più contagiati al mondo e abbiamo superato la Cina nel numero di persone infettate dal virus e credo che questo sia ancora dovuto al fatto che le persone continuano ad uscire di casa, non solo persone sane, ma anche le malate.

Tutto questo non finirà se le persone non decidono finalmente di aiutare se stessi, le persone intorno al loro e il proprio paese, il mondo stando a casa.

Meglio rimanere in quarantena nelle proprio abitazioni che morire da soli su un letto d’ospedale non credete?

Io, ad esempio, non sono mai stata una persona che usciva spesso di casa, anzi per niente, ma mi manca poter riunirmi insieme a tutti gli zii e i cugini, stare insieme durante le festività.

È arrivata ormai la Pasqua e dobbiamo festeggiarla da soli, è cosa davvero triste. 

Per cui è anche per questo motivo che dobbiamo fare sacrifici ora, per poterci finalmente riabbracciare e stare insieme.

Questo vale anche per gli amici, se ci impegniamo ora tutto questo finirà prima e torneremo a scherzare insieme e a ridere di gusto, ma questa volta dal vivo.

Questo 2020 sembra essere l’anno più lungo, sono già successo tantissime cose e siamo solamente ad aprile, spero le cose si risolvano presto e di tornare a trovarti cara scuola.

Sara 

 

Cara scuola

Per me sarai sempre molto importante perché è grazie a te che oggi sono quella che sono.

Sei come una seconda casa per me. Un luogo dove poter stare insieme, condividere idee e soprattutto è un luogo per poter imparare cose nuove. 

La scuola a parere mio ha due compiti fondamentali: trasmettere alle nuove generazioni la cultura del passato e dare delle basi ai ragazzi per potersi costruire il futuro, quindi cerchiamo di sfruttare questa grandissima opportunità al massimo, perché non tutti i ragazzi possono averla. In questo periodo a causa del coronavirus alcuni aspetti della nostra vita sono cambiati, ad esempio il sistema scolastico in cui le lezioni si fanno online.

La didattica a distanza per me è una nuova opportunità straordinaria, aperta e costruttiva, in cui invece di andare ogni mattina a scuola è la scuola che viene da noi tramite le video lezione online.

Anonimo

 

, , , ,

By



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *